Cerca
Close this search box.

Tra critica e informazione
Le riviste nei tempi che cambiano

Certamente le riviste nascono da un’istanza critica. Bisogna comprendere, però, quello che si intende con critica. Innanzitutto, è importante dire che per scrivere di qualcosa si deve conoscerla a fondo, per cui, la prima cosa da fare è studiare l’oggetto di indagine: vedere la mostra, parlare con l’artista, parlare con il curatore, leggere tutta la […]

Storia di una schizofrenia
Dal critico al curatore: una specie in via di trasformazione

«The art critic is an endangered species»[1]Hal Foster Negli ultimi anni, in contesti molto diversi, si è a lungo discusso, talvolta animatamente, della marginalizzazione del ruolo della critica d’arte. Il problema è molto concreto e si può persino azzardare l’ipotesi che nessuno, nella società attuale, possa affermare indiscutibilmente di svolgere a tempo pieno questa attività, […]

Vasi comunicanti
A proposito del rapporto tra critica e storia dell’arte

Nel 2002 la rivista «October», fondata da Rosalind Krauss e da Annette Michelson alla metà degli anni Settanta con la dichiarata intenzione di rovesciare il canone formalista, allora ancora dominante nella critica statunitense, scelse di festeggiare il suo centesimo numero con una tavola rotonda dal titolo sorprendentemente anodino: The Present Conditions of Art Criticism[1]. A […]

La costruzione del consenso
Breve storia di un corporativismo forzato

Cos’è la critica d’arte, a cosa serve, quali sono i suoi metodi e le sue potenzialità, e come mai quando sorge una polemica al suo interno – qualcosa abbiamo visto su «IlSole 24 Ore» di recente – si infossa immediatamente? È nata in tempi recenti – un paio di secoli al massimo ─ cedendo agli […]

Precarietà del critico e sue vulnerabilità
Nodi atavici e attuali

La critica d’arte esiste ancora? Quali sono gli ambienti in cui si manifesta? Che cos’è la critica d’arte oggi? Quali sono i suoi strumenti? È una professione? A chi è indirizzata? Che impatto ha? Chi e che cosa sposta? Quanto è autonomo il critico? Le tante domande che investono la critica d’arte contemporanea danno prova […]

Conflitti di disinteresse
Una conversazione con Andrea Bellini

Andrea Cortellessa: Non può non colpire che «Artribune» abbia decretato le tue Storie dell’arte contemporanea (ex æquo con quello di Marco Mancuso) «miglior saggio» dell’anno; e che anche ne Il meglio e il peggio del 2023 de «Il Giornale dell’Arte» il tuo venga segnalato, da Laura Cherubini, come «libro dell’anno». Quando è evidente, a chiunque […]

Gli occhi degli altri
Una riflessione di controparte

Nel suo articolo intitolato Come siamo silenziosi sullo stato dell’arte[1], Gian Maria Tosatti denuncia la scarsa produzione di testi critici dedicati alle arti visive in Italia. Pochi giorni dopo appaiono le prime due repliche: Christian Caliandro propone un elenco di libri di critica usciti in questi ultimi anni, sufficienti, a suo parere, a smentire affrettati […]

La critica e il negativo
Alcune note su una crisi

Cosa è accaduto alla critica d’arte? L’interrogativo faceva da titolo a un pamphlet del 2003 di James Elkins – What Happened to Art Criticism?[1], appunto –, che a più di due decenni di distanza non ha perso attualità. Per lo storico dell’arte statunitense la critica ha definitivamente smarrito il suo ruolo di interprete privilegiato delle […]

Sentinella, a che punto è la notte?
Ovvero critica della critica (critica?)

In un articolo uscito a settembre sul domenicale de «Il Sole 24 Ore», Gian Maria Tosatti si interrogava, fra l’altro, sullo stato della critica d’arte in Italia suscitando una serie di reazioni e repliche sulla stessa testata e anche su altri giornali[1]. Un dibattito, evviva! La questione è rilevante e tra l’altro non riguarda solo […]

Il vuoto alle pareti
La scomparsa dell’arte dalle vite del ceto medio

Renato Guttuso nel suo tempo lo conoscevano (e riconoscevano) anche gli operai; oggi chi, tra il pubblico totalmente estraneo alla fruizione attiva dell’arte del nostro tempo, conosce Francesco Vezzoli o ha dimestichezza con l’immaginario di un qualsiasi altro artista italiano di successo? Che fine hanno fatto le opere grafiche di Bruno Cassinari, Salvatore Fiume e […]